SLA: Metilcobalamina

By 18 Maggio 2023Marzo 26th, 2024Rubriche e info pazienti

In fase di sperimentazione c’è anche la Metilcobalamina. Forma fisiologicamente attiva della vitamina B12, iniezioni di ultra-dosi sono in grado – dimostrano gli studi in vivo – di inibire la progressione della sintomatologia a livello motorio e i cambiamenti neuropatologici in un modello animale di SLA.

Lo studio pilota, condotto su 373 pazienti affetti da SLA con un esordio della sintomatologia da meno di tre anni, ha previsto la somministrazione di 50 mg di Metilcobalamina due volte al giorno tramite iniezione intramuscolare. I risultati, però, non hanno raggiunto l’obiettivo previsto, mostrando come la somministrazione non producesse alcuna differenza signifiticativa né nei tassi di sopravvivenza né nei punteggi funzionali della scala ALSFRS-R, rispetto al placebo.

Un’analisi a posteriori, invece, condotta prendendo in considerazione solo i pazienti trattati con metilcobalamina entro un anno dalla comparsa dei primi sintomi, dimostra un potenziale effetto positivo più marcato rispetto alla totalità dei pazienti trattati. I risultati dello studio di Fase III, pubblicati su “JAMA Neurology” (REF), sottolineano inoltre come l’effetto positivo diventi più evidente nei pazienti che assumevano anche Riluzolo in concomitanza.