Cerca
Close this search box.

SLA E TERAPIE: LA SITUAZIONE ATTUALE

Nonostante non si possa ancora parlare di nuovi trattamenti disponibili per i pazienti, le scoperte scientifiche che da decenni si concentrano sulla SLA stanno contribuendo a delineare in modo più chiaro un orizzonte terapeutico fino a qualche anno fa confuso. Piccoli passi, quelli fatti nella ricerca, che si spera possano permettere di raggiungere l’obiettivo di una terapia specifica per questa grave condizione.  

La situazione attuale, nel frattempo, propone ai pazienti affetti dalla malattia neurodegenerativa la presa in carico focalizzata sull’attenuazione dei sintomi e sulle cure palliative.  

In Italia, attualmente, l’unico farmaco approvato per il trattamento della SLA è il Riluzolo, che permette di rallentare il decorso della malattia. Per qualche anno, sempre nel nostro Paese, un’opzione era rappresentata dall’Edaravone, che dopo essere stato inserito nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) nel 2017, ne è stato poi escluso nel 2020 a causa degli effetti benefici troppo ridotti a fronte dei possibili rischi. 

Intanto la ricerca continua. In questa nuova rubrica vedremo quali sono, ancora in  sperimentazione, le opzioni di terapia che potrebbero cambiare le sorti dei pazienti.